Skip navigation

Just say no

Bene, ringrazio tutti quelli che, in questi giorni, hanno aderito e stanno aderendo a 1WCxE, il Paese ha bisogno anche di noi. In ogni caso, la cosa mi sta divertendo a tal punto che presto aggiungerò una sezione di Faq, attualmente in lavorazione, che troverete sempre qua. [@Pfd’ac: “Onorevoli bisogni” è un titolo a dir poco geniale]

Quello che mi preme fare ora è un discorso semiserio sui mezzi d’informazione di massa, in particolare mi riferisco ai telegiornali, nello specifico a Studio Aperto.

So bene che mettere nella stessa frase le parole “Studio Aperto” ed “informazione” è un controsenso a priori, però vorrei sottolineare che molte persone, soprattutto giovani, hanno in S.A. l’unico strumento per rimanere informati su ciò che accade nel mondo e questo mi preoccupa molto, oltre che rendermi terribilmente triste.

Di solito mi rifiuto di guardare Italia1 alle 12.30, ma è oggi è stato diverso. Diverso perché a quell’ora ero in un ristorante aspettando che fossero pronte due pizze da portare via – sì, mangio la pizza a pranzo, qualcosa in contrario? – e la tv del locale era sintonizzata su Italia1, così ho assistito a parte del fantomatico tg.

La giornalista che conduceva, della quale non conosco neanche il nome e sinceramente vivo bene anche ignorandolo, al momento di annunciare un servizio, ha fatto gli occhioni tristi, ha tirato fuori il broncio da quindicenne tradita e ha detto qualcosa del tipo: “il famoso maestro di vita Do Nascimento, dopo essere stato condannato per truffa, latitante da quattro anni in Brasile, ora non dovrà scontare nessuna pena, – pausa ad hoc, sguardo fisso in camera, il broncio che si trasforma in ghigno – grazie all’indulto”.

Ora, quali saranno le conclusioni di uno la cui unica fonte d’informazione è S.A. e che non ha abbastanza spirito critico? Che quei cattivoni di centrosinistra, non solo non sono uniti all’interno della loro stessa coalizione – come ha dimostrato il servizio andato in onda prima di quello del mago -, ma fanno delle leggi che permettono ai delinquenti di essere in circolazione, quindi, di aumentare la criminalità, quindi di rendere l’Italia meno sicura, quindi alle prossime elezioni – che ci saranno molto presto, vedi servizio precedente – sappiate per chi votare.

Se il fine di Giordano e di chi prima di lui (a partire da Emilio che l’ha inventato, questo tg) è quello d’informare il cittadino dei fatti accaduti nella giornata in modo equilibrato ed indipendente dalla sfera politica (so che è praticamente impossibile un’informazione senza fare propaganda, però c’è modo e modo), decisamente ha fallito; se, invece, lo scopo è quello di servire il padrone, allora, complimenti, missione riuscita.

E dire che oggi ci sarebbero state delle notizie da commentare: la festa dell’unità o la liberazione di Torsello, solo per fare due esempi.

Ttag: Informazione, Studio Aperto, Giordano, Emilio, Do, Torsello, Unità d’Italia, 1WCxE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: