Skip navigation

Riflettevo sulle figure professionali in tv (ultimamente sto scrivendo un po’ troppo di tv).

Oggi all’Italia sul 2 c’era ospite tale professor Alessandro Meluzzi, spesso presente nella trasmissione di Milo Infante e signora, per discutere per l’ennesima volta dell’Isola dei famosi e dei suoi fantomatici protagonisti. Merluzzi poteva vantare un parametro di giudizio in più rispetto agli altri, in quanto il nostro è stato catapultato in Honduras per dare un appoggio clinico ai concorrenti del reality. Non ci sarebbe nulla di male – già dal primo GF era presente uno strizzacervelli per sostenere Taricone & Co. -, il problema nasce dalle dichiarazioni di Meluzzi di oggi. Lo psichiatra non si è risparmiato dal commentare la situazione psicologica di tale Sara (una concorrente che sarebbe attratta da un altro avventuriero dell’isola, il quale, però, non sarebbe interessato al prodotto); la sventurata, secondo il prof, sarebbe soddisfatta dalla situazione e continuerebbe ad approcciare il moro, poiché il ragazzetto sarebbe il primo a non essere interessato al corpo della ragazza e lei vedrebbe in questo la possibilità di costruire un rapporto con un uomo un po’ meno superficiale dei precedenti.

…prof? Scusi, ma la privacy dove l’ha lasciata? Da quanto si può andare in televisione a raccontare aspetti così intimi delle persone? Non credo che questa Sara abbia firmato nessuna liberatoria, anzi, credo che nemmeno sappia della sua uscita di quest’oggi; un po’ di serietà, no?

Simona Brachetti, invece, è una giornalista di SkyTg24 che ha partecipato al video di Fabri Fibra (del quale, Fabri Fibra, mi sono già espresso in un vecchio post), nel quale viene messa in scena un’edizione straordinaria per dare l’annuncio della morte del cantante, se cosi si può dire.

Solo io mi ricordo della giornalista del Tg5 cacciata dal suo spazio sull’economia perché aveva osato presentarsi in video con i capelli blu? Era più grave di vendere false notizie per vere?

Da quando è possibile abusare del proprio ruolo professionale? Dubito che i rispettivi ordini muoveranno un dito contro questi signori, poi, però, non ci pensano due volte prima di espellere le varie Leccio per avere ballato fatto due passi in culotte; un po’ di serietà, per favore… chiedo troppo?

Ttag: , , , ,

Annunci

4 Comments

  1. Quello di Meluzzi, da quanto racconti, è sicuramente un abuso del ruolo professionale, il medico è tenuto al segreto professionale e raccontare le turbe di una paziente (rendendola riconoscibile) a milioni di persone non aiuta sicuramente. Sulla Brachetti però non sono d’accordo. è evidente dai primi secondi che si tratta di un video musicale, e comunque ci sono molti giornalisti che hanno recitato la parte dell’ancorman in film o trasmissioni televisive. L’importante è che questo non avvenga durante o a ridosso del tg che conducono, mi è sembrato di capire.

  2. Invece, secondo me, non è deontologicamente corretto che un giornalista faccia apparizioni in film, video e quant’altro; rischi di perdere credibilità e, con te, il tuo giornale; non trovo corretto mischiare i due ambiti (professionale e ludico).

    • supermary
    • Posted 7 novembre 2006, martedì at 12 : 13
    • Permalink

    beh io consiglierei: BASTA CON LA TV! fate serate di cineforum in casa con gli amici, popcorn, cinema cinema cinema, relax e sani dibattiti. Io stasera vado con “Notte prima degli esami” , le mie coinquiline e tanti popcorn

    supermary

  3. Onestamente?
    Non so cosa sia peggio, 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: