Skip navigation

Come spesso mi capita, mi ero proposto di scrivere una serie di post, ma il loro numero era al di sopra delle mie (limitate) capacità; d’altronde, è sabato sera anche per me. Non crediate, comunque, di potervela svignare: vi lascio un piccolo elenco di ciò che avrebbe potuto essere e non è e chissà mai se sarà.

Post #1: titolo: Teen Idol; svolgimento (breve): ieri sera ho guardato alcuni programmi in contemporanea (Mi manda Rai3; Le invasioni barbariche; Larsen e DragonBall). Il primo mi ha messo un po’ di paranoia sui numeri speciali di Telecom Italia, non troppa, altrimenti avrei chiamato il 187 per disabilitare i vari 199, 709, ecc.; il secondo mi ha lasciato una bella impressione di un artista che non conoscevo e del quale dovrò leggere/vedere qualcosa, nonché una pessima impressione di un’attrice piuttosto vuota; il terzo aveva come tema gli idoli dei giovani e, naturalmente, mi ha fatto venire in mente tutta una lovelist, della quali avrei dovuto scrivere qui, ma che (forse) vedrete prossimamente; del quarto… c’è bisogno che ne parli?

Post #2: titolo: Paura; svolgimento: ho visto Viva Zapatero! della Guzzanti. Il senso di schifo è inversamente proporzionale alla libertà d’espressione in Italia (= tanto schifo, poca libertà).

Post #3: titolo: 1WCxE 2.0; svolgimento: avevo pensato ad una nuova associazione coolturale, dedicata questa volta a Rula Jebreal, qualcosa del tipo 1GxR – Un uomo prestante per Rula, il cui scopo sarebbe stato quello di cercare cavalier serventi che difendessero la giornalista dagli attacchi gratuiti come i celebri “gnocca senza testa” o “abbronzata”. Mi sono trattenuto perché non ne potevo più del tormentone chi-l-ha-detto-sei-stato-tu-no-io-no-è-stato-lui-ma-forse-non-so: ma i giornalisti non hanno nulla di che occuparsi? Probabilmente, no (leggi Rai8t).

Post #4: titolo: Non ci andare…; svolgimento: …e ti risparmi dei casini e ce li fai risparmiare anche a noi.

Post #5: titolo: Indie; svolgimento: sto valutando l’idea di mettermi in proprio.

Post #6: titolo: Import; svolgimento: sarebbe una bella idea da mettere in pratica anche qua; io sono totalmente d’accordo.

Post #7: titolo: Incubi; svolgimento: io l’humour inglese proprio non lo capisco. Al liceo, leggevamo L’importanza… The Importance of Being Earnest e quando la prof chiedeva “Where is the irony?”, io facevo scena muta. È l’unica angoscia di quegli anni che a volte torna a turbarmi di notte.

Post #8: titolo: Blog tour; svolgimento: vi segnalo, se già non lo conoscete, un blog molto, ma molto divertente, al quale ho dato un (minuscolo) contributo e dal quale ho già stampato e messo nel portafoglio il Santino.

Post #9: titolo: L’orgoglio di essere italiani; svolgimento: soldi ben spesi.

Ttag:

Annunci

8 Comments

  1. questa settimana ci chiamiamo ufficialmente: certe piccole angherie

  2. Grazie Flo’, sei il mio idolo della giornata!

  3. su 1WCxE 2.0:
    io preferirei istituire una laurea per diventare gnocche senza testa. mi piacerebbe come titolo. dott.ssa gnocca senza testa.

  4. Guarda che esistono già corsi in “Istituzioni di gnoccologia” e “Teorie e tenica dell’acefala moderna”; ti segnalo anche il dibattito a Portocervo di domani sera dal titolo “Meglio gnocca senza testa o testa senza gnocca”, relatore Leone DiLernia; per non parlare delle (vere) lezioni di stile di Pamela Prati ad “Amici”.

  5. ok, grazie! corro a iscrivermi allora!!!

  6. Non ricordo se il mio 8 permille l’ho dato allo Stato o ai protestanti, poi controllo…
    Davvero non ti piace l’humour inglese o è il tuo modo di fare humour inglese?
    Non ho capito in che modo vuoi metterti in proprio, avrai una tua piattaforma, Marcopress.com?
    L’ho detto anch’io a B. Sedicesimo, ma lui risponde che Ankara è stupenda in autunno…

  7. @Carlino, ci vediamo ai corsi, allora!

    @Pfd’ac, anche le bare sono stupende in autunno, sai, tutti quegli abeti nell’apice della loro vita…
    Io sono per dare l’8 per mille allo stato: una buona parte va al finanziamento di restauro d’opere architettoniche, che son sempre della chiesa per lo più, ma almeno son patrimonio di tutti gli italiani.
    Più che Marcopress.com pensavo ad un miaotze.com o un pioveconilsole.com o un pcis.com che si fa prima, devo valutare bene.
    Il mio non è humour inglese – almeno non lo reputo tale – e comunque, no, non mi fa ridere davvero (a te fa ridere soltanto perché nei film inglesi c’è sempre Hugh Grant, confessalo!).
    Infine, non ti facevo così intima con Bennie…

  8. capacità di sintesi mirevole 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: