Salta la navigazione

Alla fine è arrivato.
Il Signor Natale sta già volando sulle nostre teste con la sua slitta; quest’anno verrà con un cappotto più leggero, anche se il caldo non gli impedirà di portare doni, balocchi e tanti dolcetti. E, allora, via con gli auguri.
Buon Natale a te che leggi, che segui il blog più o meno regolarmente e che sopporti i miei scazzi e i miei malumori;
Buon Natale a te che non leggi e che non verrai mai a conoscenza di questi auguri, ti sono vicino con il pensiero;
Buon Natale a te che celebri il compleanno del Messia, l’invidia delle tue rassicuranti certezze è costante da parte mia e proporzionale all’ilarità che mi susciti;
Buon Natale a te che non credi, capisco perfettamente cosa significhi doversi sorbire questa estenuante maratona di canti natalizi, lunghe file agli alimentari, cene in famiglia, parenti lontani e vicini che telefonano o che preparano un raviolo alla volta (Nonsonounacommessa, coraggio!), concerti in Vaticano e quei soliti quattro film in tv, senza riconoscersi completamente nella baracca;
Buon Natale a te, casalinga (disperata), che tra liste della spesa, compere e preparazione del cenone, hai passato tutto dicembre nell’attesa di questo giorno, sono convinto che sarà un successo;
Buon Natale a te che hai lavorato anche oggi, nella certezza che i ritardari dei regali siano quelli che ti faranno fare più soldini;
Buon Natale a te che ti sei ridotto al 24 per comprare i regali, che stai maledicendo i commercianti perché, almeno per oggi, possono vendere a qualunque prezzo, forti del fatto che tu sei obbligato a comprare se non vuoi prenderle;
Buon Natale a te che stai lontano da casa, che rientri nella categoria di quelli che non fanno festa a capodanno, di quelli che non possono mangiare cioccolata a Pasqua, di quelli che non vanno al cimitero il 2, porta pazienza e vai dritto per la tua strada;
Buon Natale a te, bimbo, perché questa festa (come tutte le altre, del resto) è per te, non solo perché è nato un bimbo 2006 anni fa, ma anche per i bellissimi regali che riceverai (goditela finché dura);
Buon Natale a tutta la blogosfera, prendetevi qualche giorno di pausa ché non si vive di solo web;
Buon Natale a tutti e mangiate con moderazione (e risparmiatevi le diete del giorno dopo, per una volta!).

Ttag

Annunci

4 Comments

    • supermary
    • Posted 24 dicembre 2006, domenica at 19 : 46
    • Permalink

    TANTI AUGURIIIIIIIIIIIIIIII!

  1. Buon Natale Marco!!!

  2. Me l’hanno fatto anche quest’anno lo scherzo del raviolo!
    Buone feste!

  3. Auguri anche a voi in (leggero) ritardo.

    I parenti hanno la straordinaria dote di essere prevedibili, fanno sempre quelle quattro cose e ti puoi aspettare solo quelle


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: