Skip navigation

Pfd’ac m’invita a rivelare quali siano le cinque cose vergognose che non direi mai ad alta voce.
Giustamente, come nota anche lei, scrivere sul blog equivale ad una confessione a cielo aperto, quindi, o fai il paraculo e riveli qualcosa di talmente generico che sarebbe come starsene zitti (non direi mai ad una persona “quanto sei grasso” o ad un vecchietto “non trovi più la strada per l’ospizio?”) o scrivi qualcosa di finto o qualcosa che, prima o poi, avresti comunque detto e/o scritto.

Bando alla ciance, queste le regole: elencare cinque cose che penso ma di cui mi vergogno e, per questo, non direi mai in pubblico e passar il testimone a tre blogghèr.

Partendo dal fondo, nomino: la non commessa Kiara (eccì!), la buona Flounder e la rediviva CuloDritto.

Non rivelerei mai:

  1. che non ho mai visto un film porno perché tanto non ci crederebbe nessuno.
    Mi sono già sorbito i vari “eh, ma lo dici solo per”, “eh, ma uno l’han visto tutti”, “tzè”, per cui ho deciso di starmene zitto sull’argomento e lasciare credere che; per quello che mi cambia… (Altro discorso su quanto siano pornografici certi film “di cassetta”.)
  2. che detesto alzarmi dal mio posto sull’autobus per lasciare sedere un simpatico vecchietto che, sempre e comunque, sale non appena mi rallegro del fatto che il mezzo sia pieno e fortunatamente io sono seduto. Mi alzo, sia ben chiaro, perché la mamma mi ha trasmesso il senso di colpa e il papà il rispetto per gli anziani, ma quante bestemmie tiro lì per lì lo so solo io.
  3. che trovo che il più alto momento di televisione degli ultimi anni sia stato quando Mascia Ferri al Gf abbia urlato: “Uccelli venite!”, seguito a ruota dal Nardi con la mazza da baseball: “Se entro cinqui minutiiiii non mi dati le miie sigaretteeee…”
  4. che stimo Pippo Baudo come conduttore, che lo stimo ancora di più dopo che oggi ha detto a Carmen Consoli “Tu sei una grande… persona” e che il suo Festivàl con la Autieri e la Gerini sia stato il più bello che io abbia mai visto.
  5. che sono ingrassato di quindici chili dalla scorsa estate, tredici punto tre, per essere precisi.

Annunci

8 Comments

  1. 1: io ne ho visto uno su Internet che non credo fosse proprio pornissimo (non sono granché ferrata sulla questione) e mi sa che era rivolto a un pubblico femminile. Anni fa ho visto anche Paprika di Tinto Brass, dici che conta?
    3: hai ragione grandi momenti di televisione.
    5: hai provato con la zona? http://www.massamagra.com

  2. Io di film porno ne catalogo circa trecento ogni mese, le copertine le guardo tutte (sono obbligata), i film mi è capitato un paio di volte, ma non per soddisfare un piacere, per riderci su con amici, chè non credevano che esistessero le più belle fiabe della Disney, rieditate da attori porno con tanto di costumi ed ambientazioni del tempo. (Biancaneve sotto i nani era il migliore)
    L’altro a casa di un’amica quando avevo 13 anni, non ne avevo mai visto ‘uno’ e lei non c’ha pensato due volte a farmi vedere il tutto, e ovviamente a spiegarmi anche il resto…

  3. Grazie per la catena, anche se ci dovrò pensare bene, mi serviranno un paio di giorni, chè le cose di cui mi vergogno sono tante…
    Un bacio.

  4. @Pfd’ac, non ho capito assolutamente nulla (mi riferisco al 5). In realtà ho una bella dieta nel cassetto, fatta da una dietologa, ma non ho voglia di mettermi a pesare il cibo, non ora, almeno.
    Se consideriamo porno Brass, allora sì che ne ho visti; rilancio con le anguille della Marini in “Bambola”.

    @Kiara, ah, però, va a ruba come genere! Alle mie medie girava “Biancaneve e i sette ani”. Prego.

  5. no, ti prego, io no.
    le catene non posso.

  6. Credo che il punto 2 sia comune un po’ a tutti! 🙂 Lo si fa, ma quanto meglio si starebbe seduti comodamente al proprio posto!!! 😛

  7. Argh, la catena. Non garantisco di continuarla, è un colpo basso.
    Però di film porno ne ho visti a pacchi. Ho un amico che per un certo periodo è stato erotomane (secondo me): ogni volta che io e i miei amici ci ritrovavamo in casa metteva su un porno; così, da tenere in sottofondo alla conversazione.
    Ormai sono un’esperta in materia. Anzi, se ti serve un consiglio nel caso volessi iniziare… 😀

  8. Chissà perché non avevo dubbi… 🙂


One Trackback/Pingback

  1. […] essere il pasto più leggero per non appesantire il sonno? – anche per perdere qualche chilo di troppo. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: