Skip navigation

Those who dream by night, in the dusty recesses of their minds wake in the day to find that all was vanity; but the dreamers of the day are dangerous men, for they may act their dream with open eyes, and make it possible. – T. E. Lawrence

Ho sognato Corrado Augias nel mio salotto.

Era vicino all’acquario dal quale estraeva il libro della Sgrena e mi chiedeva: “Allora, cosa ne pensa?”, ed io che avevo (ed ho) letto solo i primi due capitoli rispondevo qualcosa del tipo, “E’ la vicenda in sé a tenere banco in quelle pagine, la drammaticità di quegli avvenimenti è la vera protagonista; assolutamente irrelevanti sono lo stile e le scelte linguistiche della giornalista che, appunto, è una giornalista, non una scrittrice. E, comunque, come resoconto di un rapimento è meglio quello di quell’altra”.

Non so se dipenda dal caldo eccessivo o da rimuginamenti vari, ma ultimamente mi addormento verso le due/tre e alle sette sono già dietro a prepararmi il primo caffé della giornata – non vi dico le occhiaie.

Ho iniziato a correre nella speranza di arrivare stanco alle dieci di sera e di cercare disperatamente un letto; l’unico risultato che ho ottenuto è un forte dolore alla muscolatura delle gambe.

Mi sono messo a dieta – vuoi mai che l’insonnia dipenda dall’eccessivo cibo ingurgitato? non si dice sempre che la cena dovrebbe essere il pasto più leggero per non appesantire il sonno? – anche per perdere qualche chilo di troppo. Niente.

In compenso, ho scoperto che Vespa finisce prima di Mentana ma dopo Primo Piano; che alle tre mandano Buffy; che Marzullo è ancora lì a fare “piano-piano-poco-poco”; che Boing trasmette cartoni animati davvero 24/7; che molti dei miei conoscenti tengono acceso il telefonino tutta la notta, anche se dormono; che il figlio dei vicini, che ha trascorso l’estate scorsa a sgolarsi e a riempirsi i polmoni di aria, si prepara a fare lo stesso anche quest’anno e che sua madre, che ha trascorso l’estate scorsa a sgolarsi e a riempirsi i polmoni d’aria nel vago tentativo di riuscire ad emettere un quantitativo maggiore di decibel rispetto al figlio, inizia a mostrare i primi segni di un esaurimento (per non parlare di quello a cui stiamo andando incontro noi altri condomini).

Ah, sono anche entrato nel magico mondo del bluetooth, pensa un po’.

Annunci

8 Comments

  1. Io invece – ultimamente – mi addormento relativamente presto ma alle 3 o alle 4 del mattino mi sveglio, occhiaie a parte quando dura da un po’ mi sento uno straccio. Ieri ho cominciato la giornata con la replica di Otto e mezzo; non riuscivo a cambiare canale.

  2. Giulianone o Fellini?

  3. Allora non sono la sola..
    Succede anche a me di non riuscire a prendere sonno almeno fino alle tre, eppure leggo, guardo film, faccio anche dell’altro, ma non c’è verso..
    Sono un paio di mesi che non vado oltre le cinque ore di sonno per notte.. uff
    Baci.

  4. Brutta cosa l’isonnia! provato con le pecore? 😛 Io ultimamente sono talmente stanca che crollo appena poggio la testa sul cuscino. Emm, scusami, non volevo girare il dito nella piaga!

  5. Kiara, saranno i troppi pensieri, che dici? Forse dovremmo trovarne uno bravo, ma veramente…

    Susanna, ho letto delle tue giornate piene, riposati anche per me (e comunque non mangio carne, che me ne faccio delle pecore?)

  6. Giuliano e Ritanna che intervistavano l’autrice di Infedele.

  7. Potresti contarle… 😛

  8. Dici? Potrei provare 😉


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: