Skip navigation

E se c’ero, dormivo.

Ricordo la morte di Cobain.
Ricordo anche che non avevo la minima idea di chi fosse.
Non ricordo la vittoria di Silvio.
Ricordo la delusione di mio padre.
Ricordo anche che all’epoca credevo che fosse finiano – il che dimostrerebbe quanto poco conoscessi mio padre.
Ricordo l’Expo di Siviglia, tanto pubblicizzata, e, allora come adesso, non mi è ancora chiaro cosa si faccia ad un’Expo.
Ricordo che ero in terza media e che credevo che il mondo fosse l’insostituibile triangolo scuola-casa-chiesa, non so bene in che ordine.
Ricordo l’unica volta che feci a botte in vita mia, per una ragazza, anzi, per difendere l’onore di una ragazza, anzi, per difendere l’onore di una stronza che non se la faceva nemmeno con me.
Ricordo i ragazzi più grandi che s’illudevano (e m’illudevano) di aver capito tutto dalla vita.
Ricordo la prof d’italiano che si metteva tonnellate di rossetto che finivano puntualmente sui suoi denti, delineando una striscia rossa che distoglieva noi studenti dalla lezione per guardarla pieni di disgusto (ma non se ne rende conto?).
Ricordo la prof di alternativa che si grattava il pacco.
Ricordo il desiderio di riscossa.
Ricordo l’idea che “la vita mia deve darmi un po’ di più”.
Ricordo Jessica Fletcher.
Ricordo le lunghe pedalate su una mountain bike troppo grande.
Ricordo il tossico, armato di cric, che voleva fregarmela e che continuava a ripetere che sotto il sedile c’era il numero del suo telaio.
Ricordo le paranoie sul bacino troppo grande (“le donne – aveva detto la prof d’inglese – hanno il bacino più grande degli uomini”).
Ricordo le promesse di essere amici per sempre.
Ricordo le promesse infrante.
Ricordo i lunghi sabati pomeriggio in centro.
Ricordo Brandon, ché anche se non seguivi dovevi sapere chi fosse.
Ricordo una maglia con Jake e Jo.
Ricordo il fanclub I hate Brenda.
Ricordo le tette della Fiorella che si svilupparono dalla sera alla mattina e la voglia che venisse chiamata spesso alla lavagna.
Ricordo i dischi della Pausini.
Ricordo Seimandi. E i pullover di Bersani.
Ricordo il primo sole primaverile.

Di politica e di (buona) musica sapevo ben poco.

Annunci

One Trackback/Pingback

  1. By marzo 1994 « Zdora on 04 Apr 2008 at 8:52 am

    […] da zdora su 4 Aprile 2008 leggendo un bel post mi è venuta voglia di ricordare cose a cui non penso da tempo. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: