Skip navigation

Siamo riusciti ad arrivare alla fine di un’altra stagione anche per quest’anno.

Certo, il finale non è stato all’altezza di quello dell’anno scorso, ma difficilmente si sarebbe potuto ricreare una situazione tanto straniante e sconvolgente come nel 5×13; se non altro il piano C si è dimostrato meno scontato di quanto mi aspettassi.

Certo, l’impressione generale è che la serie abbia saltato lo squalo da un pezzo e che si continui a vivere di rendita – e che rendita, con quella recitazione così-naturale-che-sembra-tanto-buttata-via-ma-che-invece-no, le scelte registiche che fanno sembrare una qualsiasi sequenza diretta da Tognazzi l’arrivo del treno alla stazione, con tutto il rispetto per i signori Lumière s’intende, e soprattutto la scrittura, cazzo, quanto conta la scrittura – e nonostante questo gli autori riescono ancora a trovare un modo per farmi aspettare l’episodio successivo.

E quindi via con l’elenco che tanto va di moda di cosa salverei di queste tredici puntate se il mondo dovesse finire domani inondato dallo scioglimento dei ghiacciai o se i marziani dovessero mandare le loro navicelle con raggio laser distruggitutto incorporato attraverso la nostra atmosfera o se Ahmadinejad dovesse schiacciare il bottone degli ordigni nucleari nel suo cassetto e improvvisamente tutti gli hard disk venissero smagnetizzati e con loro la sesta stagione di Weeds scomparisse dall’elenco delle opere create dall’uomo e ancora ammirabili (il che potrebbe portare ad una nuova discussione: le opere d’arte chiuse in uno scatolone in un magazzino polveroso possono essere considerate patrimonio dell’umanità o vanno annoverate tra le perdite dell’umanità? Come le Sette meraviglie del mondo meno la piramide di Cheope, per dire).

(In ordine puramente casuale.)

  • le fototessere di Stevie
  • la scopata con Zack Morris
  • “You married uncle Phil from the Fresh Prince of Bel Air. That’s an obvious cry for help.”
  • il tease
  • alcune canzoncine di accompagnamento
  • “My shoes are awesome.” (insieme a “Did Mr. Freaky Shoes do that to you?”)
  • “You have no idea how long I’ve wanted to do that.” (insieme a “Your vagina is a death sentence.”) (insieme al gesto che avremmo voluto fare tutti da sei anni a questa parte)
  • ma, su tutto, questa roba qua sotto.
Annunci

One Comment

  1. Mai visto ma concordo, bel finale.
    Sto rivedendo Lost dalla prima puntata su Rai 4 e anche Desperate Housewives.
    OT la pioggia di meteoriti segue il puntatore, non ci avevo mai fatto caso…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: