Skip navigation

(due appunti presi veloci veloci)

E’ un film che deve molto ad Amleto. Dalle riflessioni del cavaliere Block (che per tutto il tempo ho creduto si chiamasse Blog) sulla morte ed i dubbi sull’eventualità di una vita nell’Aldilà che ricordano il famoso monologo del principe di Danimarca – “non mi uccido perché chissà cosa potrebbe attendermi dopo” diventa “prendo tempo con la morte perché chissà cosa potrebbe attendermi dopo ed ho una paura fottuta” – alla presenza di un gruppo di attori, qui ridotto a tre, che riproduce la realtà del momento, ovvero la morte per peste; dal teschio che passa di mano in mano al giochino metaletterario degli attori che devono raggiungere Elsinore (!) dove saranno impegnati in una rappresentazione sul sagrato della chiesa locale.

La strega ricorda la Giovanna d’Arco di Dreyer (che qui sembra più Edie Falco): esile, capelli biondi tagliati cortissimi, indossa un semplice saio. Il dialogo tra lei e il cavaliere rappresenta il momento migliore del film. Lui, privo si certezze, cerca risposte a domande universali da una condannata a morte; lei si dimostra sicura di sé e di quello che è o, meglio, di quello che la società ha deciso che fosse. “Guardami fisso negli occhi… Guarda, guarda bene… Non lo vedi [il diavolo]?” “Vedo solo il tuo disperato terrore, nient’altro. Ecco ciò che vedo.”

Il luogo comune per cui nel doppiaggio lavorano sempre le stesse persone poteva già dirsi vera negli anni Cinquanta. Jof è HAL 9000 e Bosley, Mia è Meryl Streep e, ad un certo punto, fa capolino persino un Ferruccio Amendola.

La faccia della Morte che risalta pallida in contrasto con il vestito tutto nero fa impressione, ma non paura.

Il film tiene il ritmo ma farlo oggi risulterebbe troppo lento (per via della cultura del videoclip e di tot frame al secondo e quella roba lì).

Nel finale pensavo a questo e c’era poco da restare seri (l’esterno della casa e la Morte che mostra la via sono presi paro paro, le macchine no, sono tutte dei Monty Python).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: