Skip navigation

Dunque, il piano è fattibile ma bisogna agire in fretta prima dell’arrivo dell’inverno del nostro (sicuro) scontento.

S’inizia annettendo Malta e dichiarandola la nostra ventunesima regione. Il tutto nel nome del Papa Re e del Cristianesimo di Ritorno; insomma si fa leva su quel 98% della popolazione che si ritiene cattolica e sui suoi sensi di colpa e la si convince a diventare parte del Grande Centro Romano.

Una volta conquistata Malta si passa alle Baleari puntando su Ibiza ché la sono tutti fricchettoni impasticcati e si fa presto a portarli dal Lato Oscuro promettendo più pasta per tutti. Formentera e socie, ovviamente, sono solo un pretesto per entrare in Spagna e per annetterla con la solita scusa del CdR: questa volta l’operazione risulterà più complessa perché i cattolici sono solo il 73% della popolazione (shame on you, Spain!) ma aiutandosi con un buon sistema di diplomazia da una parte e mandando in esilio a Malta il resto della popolazione la Spagna potrà essere dichiarata territorio italiano entro fine settembre. La caduta della Spagna porterà con sé anche quella del Portogallo, ça va sans dire.

A questo punto si porteranno a termine le trattative clandestine con i paesi arabi in rivolta iniziate mesi prima: lucrando sulla crisi che li coinvolge più o meno tutti, cominceremo a fare promesse di un futuro migliore (arte nella quale siamo maestri) non in nome del Papa Re ma in quella della modernità fatta di Twitter, Facebook e la globalizzazione e il lavoro e meno tasse per tutti.

Poi cadranno l’Irlanda e la Grecia. La prima accetterà a braccia aperte di far parte del GCR mandando di sua sponte il 15% dei non cattolici presenti sul territorio in esilio a Fatima, la seconda dovrà mettere da parte il proprio orgoglio religioso e preoccuparsi della crisi economica che, sommata alla decentralizzazione delle tasse, costituiranno il motivo principale per cui accetterà di far parte del GCR.

Giunti a questo punto – sette stati riuniti nella tradizione cattolica aventi come unico referente Benedetto XVI che sarà Monarca Universale delle terre del Grande Centro Romano – si passerà alla seconda parte del piano e saremo già a metà ottobre.

Manderemo dei soldati in Corsica e ce la riprenderemo.

Sarkozy s’incazzerà un bel po’ MA, proprio quando sarà pronto a scagliare armi nucleari a San Pietro, partirà un’opera di dissuasione e di convincimento. Le condizioni prevederanno la completa resa, la distruzione del GCR, ma il mantenimento dell’ordine fino ad allora raggiunto – ovvero tutti i territori facenti parte del Grande Centro Romano verranno dichiarati territorio francese -, il Papa (non più) Re verrà consegnato all’esercito che provvederà ad un processo farsa che si concluderà con l’esilio a Sant’Elena.

Lo Stato del Vaticano, che si era disciolto con la conquista di Malta, verrà dichiarato terra di nessuno ed i suoi beni confiscati per finanziare la ripresa dell’economia. Preti, vescovi, cardinali dovranno trovarsi un lavoro vero.

Il Maghreb, una volta compresa la posizione di leader della Francia, non avrà remore ad autoannettersi al neoimpero.

Sarkozy userà tutte le gocce del suo charme per convincere la Merkel ad unirsi, mentre la Grecia farà da cavallo di Troia per le regioni orientali a religione ortodossa.

La Scandinavia, rimasta isolata, non potrà fare altro che adeguarsi al nuovo sistema politico-territoriale entro la fine dell’anno.

Rimane fuori qualcuno? Oh, bè, la Gran Bretagna, ma quelli non hanno ancora imparato a guidare dal lato giusto della strada…

Annunci

2 Comments

  1. Fa caldo anche dalle tue parti, eh?

  2. Cosa vorresti insinuare?

    Piuttosto, hai preparato lo zaino che c’è della terra da conquistare laggiù?


One Trackback/Pingback

  1. By Les Revenants (2012) | Piove con il sole on 11 Giu 2013 at 8:55 pm

    […] Insomma, i francesi ci hanno abituato a grandi WTF ma anche a grandi emozioni (ricordo che l’opzione di lasciarci invadere è sempre […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: