Salta la navigazione

Giornata di sole.

Domandone: se il 90% del fabbisogno totale di gas dipende dall’estero perché importare quantitativi così elevati da pochi Paesi – nello specifico circa un terzo dall’Algeria ed oltre un quarto dalla Russia – quando c’è il rischio che, in condizioni di crisi come quella di questi giorni, uno Stato decida di ridurre l’esportazione facendoci correre ai ripari? Non sarebbe più semplice concludere accordi con più Paesi per un quantitativo minore da importare da ciascun partner commerciale?

Domandone numero due: che senso ha avuto il conflitto in Libia se l’importazione di gas dai lidi tripolini è ferma all’11%?

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: