Salta la navigazione

Giornata di pioggia intermittente, soprattutto nel pomeriggio (prova a indovinare chi ha lavato la macchina oggi?).

Segni evidenti del passare degli anni – reperto numero 0001.

Nell’area di sosta del centro commerciale il soggetto in questione registrava mentalmente il numero e il colore della fila del parcheggio (“P4” e “arancione”) dopo aver lasciato l’automobile in loco all’interno delle apposite strisce. All’uscita dal suddetto centro commerciale, un’ora più tardi, il soggetto, recatosi nella corsia P4 arancione, dava inizio ad un processo comunemente noto come “sudore freddo” nell’accorgersi che l’automobile non era più dove l’aveva lasciata. A questo punto il soggetto iniziava ad attraversare le corsie P5 prima e P6 poi nella – dimostratasi vana – speranza che il mezzo di locomozione facesse la sua comparsa, “come se si potesse spostare da solo”. Mentre estraeva il telefono portatile dalla tasca e cercava di far mente locale nella rubrica del suddetto apparecchio alla ricerca di un nome che potesse recuperarlo e accompagnarlo in questura, ubicata dall’altra parte della città, il soggetto si spostava freneticamente fra le corsie avvicinandosi alla P3 sempre continuando a sorreggere la busta della spesa (di carta, noncurante delle condizioni meteorologiche). Infine, al sopraggiungere della corsia P2, il soggetto tirava l’inaspettato sospiro di sollievo nel ritrovare la macchina al suo posto, dove l’aveva lasciata precedentemente. Al P2 arancione.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: