Salta la navigazione

Giornata di grandine (non che abbia grandinato tutto il tempo, ma ci siamo capiti).

C’è una mia zia che ogni volta che inizia a piovere si mette a raccontare di quel giorno che la sorprese la grandine e di come l’ombrello non le servì a molto perché un chicco particolarmente grande ne ruppe la stoffa e si schiantò sulla sua testa procurandole un’infinita emicrania. Ormai è un riflesso incondizionato, ogni volta che inizia a grandinare mi torna in mente questa zia e mi sembra di vederla mentre, seduta nella sua cucina, guarda fuori dalla finestra e si porta istintivamente una mano sulla testa. Chissà se l’ha fatto anche oggi pomeriggio.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: