Skip navigation

Dunque c’è questo articolo di Rino Filippin. E’ un post pubblicato giovedì scorso sul blog del giornalista, “Ditelo a Filippin”, blog autoriale della Gazzetta di Modena, Gruppo Editoriale L’Espresso. Vi prego leggetelo e poi tornate qua che ci sono due o tre cose da dire. Anzi, leggiamolo insieme.

“Pianura Padana più inquinata di Taranto”. Lo dicono i dati di Legambiente analizzati in un articolo del Sole24 Ore.

Ora capisco che voi, o popolo del web, siete abituati male e se vi parlano di un articolo de Il Sole 24 ORE vi aspettate quantomeno un link al suddetto articolo, ma il nostro Filippin è differente, lui non mette link, lui pensa a voi e vi vuole spronare ad essere migliori, vi vuole meno pigri: volete leggere l’articolo del quotidiano di Confindustria da cui il Nostro prende spunto per scrivere il suo post? Cercatevelo. Quindi, grazie ai potenti mezzi a nostra disposizione – tra i quali anche un sito che sfrutta nientepopodimeno che un algoritmo che permette di fare ricerche in quel mare di contenuti che è l’internet, un sito che deve essere ancora rodato in quanto ha solo quindici anni di vita, non potrebbe, non dico votare alle prossime elezioni, ma neanche alle primarie del PD – possiamo con assoluta certezza affermare che l’articolo citato è questo.

E se a Taranto l’aumento del numero dei malati di tumore è spaventoso, a Modena come stanno le cose?

E qua confesso che la certezza della ricerca appena effettuata grazie a quel mistico sito inizia subito a vacillare. Perché io l’ho letto quell’articolo sulla “Pianura Padana più inquinata di Taranto”, almeno tre volte – giurin giurella – e in nessun punto ho trovato un riferimento all’aumento di casi di tumori, né a Taranto né in nessun altra città italiana, men che meno in Pianura Padana. Si dicono tante altre cose interessanti, per esempio che a Modena il valore medio annuo delle polvere sottili è tre volte superiore a quello consentito dalla legge, ma il contenuto dell’articolo è la qualità dell’aria nelle città italiane, non ci sono dati che mettono in relazione l’inquinamento dell’aria con l’incidenza dei tumori; si riportano le parole del direttore dell’Agenzia per l’ambiente pugliese (“Il benzoapirene si misura sul livello di Pm10, ma è la particolare caratteristica qualitativa del Pm 10 che si trova nel rione Tamburi [a Taranto] a preoccupuare (sic) per le sue ripercussioni sulla salute.”). Sono ripercussioni sulle quali non ci viene fornito alcun dettaglio ulteriore. Non sto dicendo che non esistano correlazioni tra l’inquinamento e l’aumento di tumori ma che questo dato non emerge dall’articolo de Il Sole, men che meno si può parlare di aumento “spaventoso” basandosi solo su quell’articolo. Certo, Filippin non mette nessun link diretto ma il fatto che il suo post inizi con le esatte parole,  con tanto di virgolette, che danno il titolo all’articolo de Il Sole lascia pochi dubbi su quale sia la fonte del suo post. Volendo uno potrebbe anche guardarsi in giro e scoprire – per esempio dal sito di Legambiente in un articolo dello scorso 18 ottobre – che “peggiorano i dati sulla salute a Taranto. Gli ultimi dati del ministero della Salute dicono che l’eccesso di mortalità generale rispetto a quella media della Puglia è passata dal +10% al +11%. Ancor più drammatici quelli sui tumori femminili: dal +24% rispetto alla media al +100%.” Informazioni che, ripeto, non vengono riportate da quell’articolo de Il Sole. Tuttavia, se la situazione di Taranto è “spaventosa” come siamo messi a Modena, invece? Perché, ricordiamoci, che il Nostro sta scrivendo da un quotidiano locale. E qua scatta il colpo di genio.

Qualcuno ha il coraggio di diffondere i dati reali? Magari ai cittadini verrà voglia di chiedere ai politici provvedimenti seri per migliorare la qualità dell’aria. Sì perché chi ci governa evidentemente non ha il coraggio di prendere provvedimenti concreti (troppo alto il rischio di perdere voti dal partito degli automobilisti).

Ma che dico colpo di genio? Qua scatta il Guy Fawkes che è dentro di Rino Filippin, il V che si prepara a disseminare bombe per tutta la città al grido di “il re è nudo!”. Perché i nostri governanti non ci vogliono comunicare i veri dati? Di cos’hanno paura? Della rivoluzione della gente? Di perdere la poltrona sotto alle loro calde terga? Perché, gira gira, il problema è sempre quello. I nostri politici sono talmente attaccati ai loro privilegi che preferiscono mettere a rischio la salute dei loro concittadini piuttosto che perdere voti. Vergogna! Meno male che ci sono delle menti indipendenti che non hanno paura denunciare i soprusi e i malaffari della kasta! Usare quel sito bolscevico che è Gugòl per fare ricerche sulle banche dati sull’incidenza dei tumori in Italia, ma stiamo scherzando? Respect, fratello. Respect.

E’ inutile, infatti, continuare con domeniche a targhe alterne o blocchi antismog: è come proteggersi da un tifone con un ombrello.

E qua, qua c’è poco da fare, qua mi sono caduti i coglioni, lo confesso. Ma come, Filippin, ti avevo seguito fino a qui, ti avevo nominato il mio personale leader contro gli oscuri plutocratici al governo, avevo confidato nel tuo spirito critico per risvegliare le masse dormienti, mi avevi dato un barlume di speranza per cinque minuti e tu mi parli di domeniche a targhe alterne? Ma a Modena non ci sono le domeniche a targhe alterne, Filippin, semmai ci sono le domeniche ecologiche che coinvolgono tutte le macchine, indipendentemente dall’ultimo numero della targa. Ci sono i blocchi del giovedì, lo stop per i veicoli più vecchi durante tutta la settimana, ma le targhe alterne, Filippin, sono sparite da almeno tre anni, su. Mi sa che avresti bisogno tu di un ombrello per proteggerti dal tifone.

Annunci

2 Comments

  1. Ringrazio il buon Filippin per averti smosso. E allora bentornato, felicerrima di rileggerti.

  2. Allora, facciamo poco i furbetti del bloghettino qua, ché l’8 settembre è passato da un po’. Felice di rileggere il commento delle 7 del giorno dopo anch’io, comunque.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: